Firmati un accordo di riammissione e un accordo sui visti con la Russia

Berna. Oggi, in occasione della visita di Stato del Presidente russo in Svizzera, la consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf, capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia, ha firmato un accordo di riammissione e un accordo di facilitazione del rilascio del visto. Gli accordi, che potenziano la cooperazione tra la Svizzera e la Russia nell’ambito della migrazione, entreranno in vigore simultaneamente.

Con l’accordo di riammissione la Svizzera si propone di semplificare e disciplinare il rimpatrio delle persone tenute a partire. L’accordo definisce in generale le autorità competenti per la cooperazione ai fini di determinare la cittadinanza e l’identità delle persone obbligate a partire, nonché gli elementi operativi per l’esecuzione del rinvio. Contiene inoltre disposizioni per il transito di cittadini di Paesi terzi e di apolidi. Nel contempo, Svizzera e Russia hanno firmato un protocollo d’applicazione, che stabilisce l’esatto svolgimento delle procedure.

L’accordo sulla facilitazione del rilascio di visti agevola il rilascio di visti di breve durata per i cittadini svizzeri e russi e fissa la tassa sul visto. Disciplina inoltre l’esenzione dal visto per i titolari di passaporti diplomatici per un soggiorno fino a 90 giorni per periodi di 180 giorni. Con tale accordo la Svizzera adegua la sua prassi per il rilascio di visti di breve durata a quella degli altri Stati Schengen, che applicano già da giugno 2007 un accordo simile. In tal modo è mantenuta una politica coerente in materia di visti nello spazio Schengen.

Ultima modifica 21.09.2009

Inizio pagina

Contatto

Segreteria di Stato della migrazione
Quellenweg 6
CH-3003 Bern-Wabern
F +41 58 465 93 79
M +41 58 465 11 11
Mobile2 +41 58 465 11 11
Mobile3 +41 58 465 11 11
info@sem.admin.ch

Stampare contatto

https://www.sem.admin.ch/content/ejpd/it/home/aktuell/news/2009/2009-09-21.html