L’elevato numero di domande d’asilo esige un aumento delle risorse

Berna. Dalla Seconda guerra mondiale il numero di persone in fuga non è stato più così elevato come nel 2015. Anche la Svizzera ha registrato un numero costantemente elevato di domande d’asilo nel secondo semestre di quest’anno. In data odierna il Consiglio federale ha pertanto stanziato risorse supplementari, pari a oltre 11 milioni di franchi svizzeri, volte a permettere l’alloggiamento delle persone in cerca di protezione nonché il trattamento tempestivo di tutte le procedure prioritarie e delle pendenze.

Da giugno 2015 le domande d’asilo sono aumentate in tutta Europa. Anche la Svizzera ha registrato un incremento significativo delle domande, che a novembre hanno raggiunto le 5700 unità circa. Nel confronto con l’Europa, però, tale incremento è stato moderato. La Segreteria di Stato della migrazione (SEM) prevede un totale di circa 39 000 domande per tutto l’anno.

Garantire l’alloggiamento e la registrazione

Nel preventivo 2016 il Consiglio federale e il Parlamento avevano stanziato le risorse personali per il trattamento di circa 30 000 domande. Devono pertanto essere messe a disposizione le risorse personali e finanziarie supplementari per trattare le domande in corso e le pendenze. La SEM, inoltre, ha portato i posti d’alloggio della Confederazione da 2300 all’inizio del 2015 a circa 5000 alla fine dell’anno. Questo aumento comporta un fabbisogno maggiore per l’affitto e la gestione di alloggi nel settore civile.

Ai fini della gestione dell’aumento delle domande d’asilo, il Consiglio federale autorizza pertanto il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) a integrare temporaneamente – fino a fine 2016 – il suo personale con 75 posti supplementari, il cui finanziamento può essere coperto mediante trasferimenti di credito nel preventivo 2016. Il Consiglio federale ha chiesto alla Delegazione delle finanze parlamentare un credito aggiuntivo urgente di 11,1 milioni di franchi per aumentare il numero di interpreti, per l’infrastruttura informatica dei posti di lavoro supplementari nonché per l’affitto e la gestione degli alloggi.

Dopo l’odierna decisione occorre ottenere il benestare della Delegazione delle finanze per la domanda di credito aggiuntivo urgente.

Ultima modifica 18.12.2015

Inizio pagina

Contatto

Segreteria di Stato della migrazione
Gaby Szöllösy
Quellenweg 6
CH-3003 Berna-Wabern
M +41 58 465 98 80
Mobile2 +41 58 465 78 44
Mobile3 +41 76 336 47 98
info@sem.admin.ch

Stampare contatto

https://www.sem.admin.ch/content/ejpd/it/home/aktuell/news/2015/2015-12-180.html