Proteggere meglio le vittime della violenza domestica

Berna, 09.11.2005. Il Consiglio federale saluta il proposito di proteggere in modo più efficace le vittime di violenza, minacce e insidie. È quanto afferma nel suo parere in merito alle proposte della Commissione degli affari giuridici del Consiglio nazionale.

Secondo il progetto di nuovo articolo del Codice civile (CC), il giudice potrà ordinare alla persona violenta di lasciare l’abitazione che condivide con la vittima al fine di tutelare quest'ultima. Il giudice potrà inoltre vietare alla persona violenta di avvicinarsi all’abitazione o di mettersi in contatto con la vittima. Il progetto della Commissione degli affari giuridici del Consiglio nazionale concretizza la protezione della personalità in un ambito particolarmente importante, scrive il Consiglio federale nel parere pubblicato mercoledì. In particolare approva il fatto che la vittima non sia più costretta a cercare protezione al di fuori della sua abitazione ma che la persona violenta possa essere allontanata dall’abitazione.

Il progetto prevede che i Cantoni istituiscano dei consultori al fine di prevenire la violenza domestica e la recidiva di persone violente. Per il Consiglio federale la necessità dei consultori è indiscutibile. A tale proposito esprime tuttavia dubbi in merito all’opportunità che la Confederazione preveda nel CC, che disciplina i rapporti tra privati, l’obbligo per i Cantoni di istituire consultori.

Documenti

Ultima modifica 09.11.2005

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale di giustizia
Judith Wyder
Bundesrain 20
CH-3003 Berna
T +41 58 462 41 78
F +41 58 462 78 79

Stampare contatto

https://www.metas.ch/content/ejpd/it/home/attualita/news/2005/2005-11-09.html