Il Consiglio federale licenzia il messaggio concernente l’accordo di riammissione con l’Algeria

Berna. L’Accordo bilaterale sulla circolazione delle persone, firmato il 3 giugno 2006, tra l’Algeria e la Svizzera è sottoposto al Parlamento per approvazione. Il messaggio concernente tale accordo è stato licenziato mercoledì dal Consiglio federale. Da svariati anni la Svizzera incontra problemi in occasione dell’allontanamento di cittadini algerini irregolarmente presenti sul suo territorio. Questo nuovo accordo di riammissione permette di rimediare a tale situazione insoddisfacente.

L’Accordo è stato firmato il 3 giugno 2006 e contiene esclusivamente disposizioni relative alla riammissione di cittadini delle Parti contraenti. Definisce in particolare le procedure, le autorità competenti nonché i mezzi di prova o di presunzione della nazionalità e prevede la possibilità di procedere ad audizioni d’identificazione. Siccome talune delle disposizioni dell’Accordo vanno oltre quanto previsto dalla delega di competenze al Consiglio federale, è necessaria l’approvazione del Parlamento.

L’accordo mira a intensificare la cooperazione tra i due Paesi nella lotta contro la migrazione irregolare. Ricalca i principi di altri accordi analoghi conclusi dalla Svizzera ma costituisce il primo accordo del genere con un Paese del Maghreb.

Documenti

Ultima modifica 13.09.2006

Inizio pagina

Contatto

Informazione e comunicazione SEM
Quellenweg 6
CH-3003 Berna-Wabern
T +41 58 465 78 44
F +41 58 465 97 56
Mobile2 +41 58 465 93 50

Stampare contatto

https://www.sem.admin.ch/content/ejpd/it/home/attualita/news/2006/2006-09-13.html