Nuova procedura in materia di respingimento all’aeroporto

Berna. La Svizzera prepara il recepimento del Codice frontiere Schengen. Occorre pertanto introdurre una nuova procedura in materia di respingimento agli aeroporti svizzeri. Diverse leggi vanno inoltre adeguate per trasporre appieno l’acquis di Schengen e Dublino. Schengen sarà probabilmente posto in vigore il 1° novembre 2008.

Ulteriore sviluppo: Codice frontiere Schengen

Oggi il Consiglio federale ha accolto e trasmesso per approvazione al Parlamento il progetto di scambio di note con l’UE per il recepimento del Codice frontiere Schengen nonché le necessarie modifiche della legge sugli stranieri. Secondo il Codice frontiere Schengen, in caso di respingimento alla frontiera esterna dello spazio Schengen, occorre sempre emanare una decisione motivata e impugnabile utilizzando un modulo speciale. La legge federale sugli stranieri (LStr) va adeguata, poiché prevede l’emanazione di una decisione soltanto su richiesta esplicita.

Trasposizione completa: acquis di Schengen e Dublino

Dai lavori di preparazione riguardanti l’imminente sviluppo dell’acquis di Schengen menzionato è emersa la necessità di adeguare alcune prescrizioni del diritto in materia di stranieri e d’asilo per trasporre appieno l’acquis di Schengen e Dublino già recepito: occorre adattare la LStr, la legge sull’asilo (LAsi) e la legge federale sul sistema d’informazione per il settore degli stranieri e dell’asilo (LSISA).

In virtù del sistema di Dublino, la Svizzera può allontanare gli stranieri in situazione irregolare che non hanno depositato una domanda d'asilo in Svizzera verso lo Stato Dublino competente. Tale possibilità va disciplinata nella LStr. Occorre inoltre riprendere nella LAsi un disciplinamento conforme a Dublino per le domande d’asilo presentate alla frontiera, nei pressi della frontiera, negli aeroporti come pure all’interno del Paese.

Inoltre, nell’ambito dell'acquis di Schengen, le imprese di trasporto aereo sono tenute a comunicare alle autorità determinati dati personali concernenti i loro passeggeri. Tale provvedimento è teso in prima linea a rafforzare la lotta all'immigrazione illegale. Le imprese di trasporto aereo che violano tale obbligo sono passibili di multa. La LStr va adeguata in tal senso.

Infine nella LSISA sono create le basi legali necessarie affinché il nuovo sistema d’informazione per il settore degli stranieri e dell’asilo (SIMIC) possa essere utilizzato anche per compiti in relazione a Schengen/Dublino. Il Consiglio federale ha trasmesso per deliberazione al Parlamento anche tali adeguamenti.

Documenti

I documenti relativi al presente comunicato stampa sono non ancora disponibili in italiano. Vogliate consultare la versione francese o tedesca. <br>

Ultima modifica 24.10.2007

Inizio pagina

Contatto

Informazione e comunicazione SEM
Quellenweg 6
CH-3003 Berna-Wabern
T +41 58 465 78 44
F +41 58 465 97 56
Mobile2 +41 58 465 93 50

Stampare contatto

https://www.sem.admin.ch/content/ejpd/it/home/attualita/news/2007/2007-10-240.html