Revisione parziale della legge federale sugli stranieri (LStr): Disposizioni sull’integrazione

Di che cosa si tratta?

Le disposizioni sull’integrazione della legge federale del 16 dicembre 2005 sugli stranieri vanno adattate al piano d’integrazione della Confederazione. Sono interessate alcune disposizioni di tale legge relative all’ammissione, al permesso di dimora, al permesso di domicilio, al ricongiungimento familiare e al rilascio del permesso di dimora a persone ammesse provvisoriamente nonché alcune disposizioni di altre leggi speciali. La promozione dell’integrazione secondo il principio del "promuovere ed esigere" ottiene in tal modo un assetto più vincolante. Alcune disposizioni sono aumentate dal livello di ordinanza al livello di legge.

Cos’è stato fatto finora?

La procedura di consultazione concernente la revisione parziale della legge federale sugli stranieri (Integrazione) si è svolta dal 23 novembre 2011 al 23 marzo 2012. L’8 marzo 2013 sono stati adottati il messaggio e l’avamprogetto di legge. Il progetto prevede, oltre a modifiche delle disposizioni riguardanti la dimora, il ricongiungimento familiare e l’integrazione, anche la modifica di altre leggi federali. Il Consiglio degli Stati ha approvato il progetto in data 11 dicembre 2013 con poche modifiche.

Dopo la votazione del 9 febbraio 2014 sull’iniziativa popolare "Contro l’immigrazione di massa", le Camere hanno rinviato il progetto di legge al Consiglio federale, incaricandolo di rielaborare il progetto alla luce del nuovo articolo 121a Cost. e sulla base delle decisioni del Consiglio degli Stati. Nel relativo messaggio aggiuntivo dovevano inoltre confluire le richieste di quattro iniziative parlamentari.

La procedura di consultazione concernente queste modifiche si è svolta dall’11 febbraio al 28 maggio 2015. Il 4 marzo 2016 il Consiglio federale ha adottato il messaggio aggiuntivo concernente la modifica della legge sugli stranieri (Integrazione) all’attenzione del Parlamento.

Contenuto del messaggio aggiuntivo

Nel messaggio il Consiglio federale propone gli adeguamenti seguenti:

l’abolizione del contributo speciale per persone del settore dell’asilo esercitanti un’attività lucrativa e l’abolizione dell’obbligo di autorizzazione dell’attività lucrativa di persone ammesse provvisoriamente e rifugiati riconosciuti. Questi due provvedimenti consentono di migliorare l’integrazione sul mercato del lavoro svizzero di persone del settore dell’asilo in grado di svolgere un’attività lucrativa e, in questo modo, di meglio sfruttare questo potenziale interno di manodopera. Conseguentemente diminuisce il fabbisogno di manodopera proveniente dall’estero.

Il messaggio propone inoltre l’attuazione delle richieste di quattro iniziative parlamentari, laddove non siano già soddisfatte dal diritto vigente oppure dal progetto legislativo concernente l’integrazione degli stranieri. Il Consiglio federale propone invece di rinunciare ad attuare una quinta iniziativa parlamentare ("Permesso di dimora annuale per gli stranieri domiciliati che rifiutano di integrarsi", Iv.pa. 08.406).

Documentazione

1ª consultazione

Procedura di consultazione concernente la revisione parziale

dal 23 novembre 2011 al 23 marzo 2012

Documentazione per la stampa

Lettere accompagnatorie

Messaggio

2ª consultazione

Procedura di consultazione concernente le modifiche

dall’11 febbraio al 28 maggio 2015

Lettere accompagnatorie

Prese di posizione della procedura di consultazione

La pubblicazione elettronica dei risultati della procedura di consultazione avviene senza garanzia. Di carattere vincolante è solo un testo scritto su carta.

    

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 16.06.2015