Ordinanze d’esecuzione per il recepimento del regolamento (UE) 2016/1624 relativo alla guardia di frontiera e costiera europea; nonché altre modifiche di ordinanze nel settore della migrazione

Di che cosa si tratta?

  • Regolamento (UE) 2016/1624 relativo alla guardia di frontiera e costiera europea
    L’obiettivo del regolamento (UE) 2016/1624 è lo sviluppo e l’attuazione di un sistema di gestione integrata delle frontiere esterne al fine di garantire il corretto funzionamento dello spazio Schengen.
    In ambito migratorio la guardia di frontiera e costiera (l’Agenzia) assume maggiori responsabilità per il rimpatrio di cittadini di Paese terzo in situazione irregolare. Tra i suoi compiti figura anche il sostegno agli Stati Schengen grazie al finanziamento di voli congiunti ma anche tramite l’organizzazione di azioni di rimpatrio proprie, svolte a partire dagli Stati Schengen richiedenti.
    L’Assemblea federale ha adottato il progetto in votazione finale il 15 dicembre 2017, comprese le necessarie modifiche della legge federale sugli stranieri (LStr) e della legge sulle dogane (LD).
    Accanto agli adeguamenti di legge, l’attuazione del regolamento (UE) 2016/1624 presuppone anche alcuni adeguamenti a livello esecutivo. Questi adeguamenti riguardano l’ordinanza concernente l’esecuzione dell’allontanamento e dell’espulsione di stranieri (OEAE) e l’ordinanza sulla cooperazione operativa con gli altri Stati Schengen in materia di protezione delle frontiere esterne dello spazio Schengen (OCOFE).
  • Altre modifiche di ordinanze nel settore della migrazione
    In parallelo al progetto precitato sono state adattate alcune ordinanze nel settore della migrazione:
    L’ordinanza concernente l’entrata e il rilascio del visto (OEV) è stata interamente riveduta. Le modifiche sono volte a semplificare l’ordinanza, a disciplinare a livello esecutivo il rilascio dei visti D e ad adeguare le basi legali inerenti i visti umanitari.
    Sono stati effettuati piccoli adeguamenti anche nell’ordinanza sull’ammissione, il soggiorno e l’attività lucrativa (OASA; elaborazione della notifica dei risultati del confronto AFIS) e nell’ordinanza concernente il rilascio di documenti di viaggio per stranieri (ODV; abolizione del certificato d’identità e sua sostituzione mediante il passaporto per stranieri).

Le ordinanze sono state adottate dal Consiglio federale il 15 agosto 2018 ed entrano in vigore il 15 settembre 2018.

Cos’è stato fatto finora?

  • Il regolamento (UE) 2016/1624 è stato adottato dal Parlamento europeo e dal Consiglio dell’UE il 14 settembre 2016 ed è stato notificato alla Svizzera quale sviluppo dell’acquis di Schengen il 22 settembre 2016.
  • Il 15 dicembre 2017 l’Assemblea federale ha adottato il progetto in votazione finale, comprese le necessarie modifiche della legge sugli stranieri (LStr) e della legge sulle dogane (LD).
  • Il termine referendario è scaduto inutilizzato il 7 aprile 2018.
  • La consultazione sulle modifiche delle ordinanze si è svolta dal 31 gennaio al 30 aprile 2018 (comunicato).

Documentazione

Consultazione

Regolamento (UE)

Lettere accompagnatorie

Risultati

Risultati della consultazione e adozione

Regolamento (UE)

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 15.08.2018