Introduzione dei dati biometrici nel permesso di soggiorno: licenziato il relativo messaggio

Comunicati, DFGP, 18.11.2009

Berna. In data odierna il Consiglio federale ha licenziato il messaggio concernente l'introduzione dei dati biometrici nel permesso di soggiorno. In tale contesto occorre modificare la legge federale sugli stranieri (LStr) e la legge federale sul sistema d’informazione per il settore degli stranieri e dell’asilo (LSISA).

Il regolamento (CE) n. 380/2008 del Consiglio del 18 aprile 2008 costituisce uno sviluppo dell'acquis di Schengen riguardante il permesso di soggiorno. Elenca i nuovi elementi di sicurezza e gli identificatori biometrici che gli Stati membri devono utilizzare nel modello uniforme per i permessi di soggiorno rilasciati a cittadini di Paesi terzi. Il permesso di soggiorno deve rispondere ad elevate esigenze tecniche per quanto riguarda la protezione contro le contraffazioni e le falsificazioni. S'intende così lottare in particolare contro l'immigrazione e il soggiorno irregolari.

Il permesso di soggiorno biometrico uniforme deve contenere in un microchip un'immagine del volto nonché due immagini d'impronte digitali del titolare. Solo le autorità autorizzate a verificare il permesso di soggiorno possono accedere ai dati biometrici per esaminare l'autenticità del documento e l'identità del detentore. Le impronte digitali non sono tuttavia confrontate con i dati registrati nel sistema d’informazione centrale sulla migrazione (SIMIC).

I dati biometrici saranno conservati nel SIMIC per cinque anni. Ciò consentirà di prorogare o rinnovare i permessi (B e L) senza che l'interessato debba nuovamente sottoporsi alla procedura di rilevamento dei dati biometrici e versare un pertinente emolumento. Anche il lavoro delle competenti autorità sarà agevolato.

Nella procedura di consultazione svoltasi dal 24 giugno al 7 ottobre 2009 una forte maggioranza dei partecipanti ha approvato sia l'introduzione dei dati biometrici nel permesso di soggiorno sia la conservazione di durata limitata dei dati biometrici nel SIMIC.
Entro il 20 maggio 2011 la Svizzera dovrà essere in grado di rilasciare permessi di soggiorno biometrici per stranieri. Essendosi impegnata a recepire gli sviluppi dell'acquis di Schengen, entro tale data la Svizzera dovrà adeguare conseguentemente le proprie basi legali.

L'attuazione di questo regolamento della CE richiede una modifica della LStr e della LSISA nonché delle pertinenti disposizioni d'esecuzione cantonali. In data odierna il Consiglio federale ha licenziato il relativo messaggio.

Info complementari

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 18.11.2009

Contatto

Contatto / informazioni

Segreteria di Stato della migrazione
T
+41 58 465 11 11
Contatto