Identificato il detenuto nigeriano deceduto durante l’espulsione

Parole chiave: Rimpatrio

Comunicati, SEM, 01.04.2010

Berna. È stato identificato il detenuto nigeriano deceduto il 17 marzo scorso all’aeroporto poco prima della partenza del volo speciale a destinazione della Nigeria (Lagos).

Dopo aver effettuato le necessarie indagini, le autorità nigeriane hanno comunicato all’Ufficio federale della migrazione (UFM) l’identità del cittadino nigeriano deceduto.

Si tratta di un richiedente l’asilo la cui domanda è stata respinta e che si trovava in Svizzera senza documenti di viaggio validi (passaporto o carta d’identità). Il decesso è intervenuto poco prima del rimpatrio a bordo di un volo speciale per la Nigeria (Lagos). Per poter rimpatriare le persone che non possiedono documenti di viaggio o che li distruggono di proposito bisogna che, prima di ogni volo speciale, le autorità dello Stato d’origine le riconoscano quali propri cittadini, dopodiché gli interessati ottengono un documento di viaggio di sostituzione (lasciapassare).

L’UFM resta in stretto contatto con le autorità nigeriane. Per il momento rinuncia ad eseguire ulteriori voli speciali.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 01.04.2010

Contatto

Contatto / informazioni

Segreteria di Stato della migrazione
T
+41 58 465 11 11
Contatto