Firmati un accordo di riammissione e un accordo di facilitazione del rilascio di visti con la Repubblica di Moldova

Comunicati, DFGP, 19.05.2010

Berna. La Consigliera federale Micheline Calmy-Rey è partita mercoledì per Chisinau, nella Repubblica di Moldova, dove parteciperà alla Conferenza regionale degli ambasciatori, che prevede l’incontro tra gli ambasciatori svizzeri dei Paesi dell’Europa orientale e sudorientale. Mercoledì sera a Chisinau ha incontrato Iurie Leanca, vice primo ministro e ministro degli esteri della Repubblica di Moldova, per un colloquio ufficiale. Durante questo incontro sono stati firmati un accordo di riammissione e un accordo di facilitazione del rilascio di visti.

Il colloquio con il ministro degli esteri Iurie Leanca nella capitale moldava Chisinau aveva l’obiettivo di consolidare e sviluppare le relazioni bilaterali tra la Svizzera e la Moldova. La Svizzera è il terzo Paese donatore nella Repubblica di Moldova, dove investe annualmente circa 6,2 milioni di franchi in progetti riguardanti la sanità e le risorse idriche. La Svizzera è presente a Chisinau con un Ufficio di cooperazione della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC).

Con la firma di un accordo di facilitazione del rilascio di visti e di un accordo di riammissione viene potenziata la cooperazione in materia di migrazione. La facilitazione del rilascio di visti promuove lo scambio sociale, culturale ed economico tra i due Stati. Con questo accordo la Svizzera adegua la sua prassi per il rilascio di visti di breve durata a quella degli altri Stati Schengen.

L’accordo di riammissione garantisce il rimpatrio regolare e semplificato nella Repubblica di Moldova delle persone senza soggiorno autorizzato. Il nuovo accordo adatta la cooperazione ai nuovi standard e sostituisce l’accordo del 2003 finora in vigore.

La Consigliera federale Calmy-Rey ha inoltre annunciato che a partire dal 25 maggio di quest’anno i cittadini moldavi potranno presentare domanda di visto per la Svizzera presso il centro visti dell’ambasciata ungherese a Chisinau. Non sarà quindi più necessario recarsi a Kiev. Il centro visti ungherese rilascia tra l’altro anche i visti per Austria e Danimarca.

Giovedì la Consigliera federale Micheline Calmy-Rey partecipa alla Conferenza regionale degli ambasciatori svizzeri dei Paesi dell’Europa orientale e sudorientale. L’incontro verte sull’atteggiamento e sull’impegno della Svizzera nei confronti degli Stati di questa regione che non sono membri dell’UE. Al centro della discussione è la questione dell’efficacia degli strumenti di politica estera svizzeri in confronto alla linea politica di altri partner e attori che operano in questa regione, a cominciare dall’UE.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 19.05.2010

Contatto

Contatto / informazioni

Segreteria di Stato della migrazione
T
+41 58 465 11 11
Contatto