Il Consiglio federale avvia la procedura di consultazione sulla revisione parziale dell'OASA

Comunicati, DFGP, 30.06.2010

Berna. Il Consiglio federale ha avviato la procedura di consultazione relativa alla revisione parziale dell'ordinanza sull'ammissione, il soggiorno e l'attività lucrativa (OASA). Lo scopo principale della revisione è quello di prevedere un contingente per i cittadini dell'UE/AELS che lavorano in Svizzera come fornitori di servizi per più di 90 o 120 giorni e uno per i cittadini di Stati terzi. Inoltre la revisione dell'OASA prevede la possibilità di notificare i cittadini UE/AELS che percepiscono indebitamente o abusivamente prestazioni dell'assicurazione contro la disoccupazione. La consultazione si svolge dal 1° luglio al 15 ottobre 2010.

La revisione parziale dell'OASA istituisce due contingenti per i permessi di soggiorno: un contingente per i permessi di breve durata e di dimora per i cittadini di Stati terzi e un contingente per i permessi di breve durata e di dimora per i cittadini dell'UE/AELS che svolgono un'attività lucrativa in Svizzera per più di 90 o 120 giorni. Attualmente il limite massimo annuo per i cittadini di Stati terzi e per i fornitori di servizi provenienti da Stati dell'UE/AELS, il cui soggiorno supera 90 giorni, sono fissati all'interno di un unico contingente.

Ulteriori modifiche riguardano il pacchetto di misure che il Consiglio federale ha varato durante la seduta del 24 febbraio 2010 nel contesto della revisione della legge sull'asilo e della legge sugli stranieri. Tali misure sono tese, tra l'altro, a lottare contro la percezione indebita o abusiva delle prestazioni sociali da parte di cittadini dell'UE/AELS. Per basare le loro decisioni su una conoscenza fondata del diritto di soggiorno delle persone interessate, le autorità esecutive devono poter disporre tempestivamente dei dati atti a influire sull'ulteriore sussistere di tale diritto di soggiorno. A tal fine è stato inserito un nuovo capoverso 6 nell'articolo 82 OASA, il quale consente lo scambio di dati tra le casse di disoccupazione e l'Ufficio federale della migrazione (UFM).

La procedura di consultazione si concluderà il 15 ottobre 2010.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 30.06.2010

Contatto

Contatto / informazioni

Ripartizione dei contingenti:

Ursina Jud Segreteria di Stato della migrazione
T
+41 58 462 29 56
Contatto

Scambio di dati tra casse di disoccupazione e UFM:

Martin Hirsbrunner Segreteria di Stato della migrazione
T
+41 58 462 27 53
Contatto