Mercato del lavoro: autorizzati i contingenti per il 2012 – nessun aumento rispetto al 2011

Comunicati, Il Consiglio federale, 23.11.2011

Berna. Oggi il Consiglio federale ha autorizzato i contingenti per il 2012 della manodopera altamente qualificata proveniente da Paesi al di fuori dell’UE/AELS e dei fornitori di servizi appartenenti all’area UE/AELS. Nessuna variazione rispetto ai contingenti del 2011.

Nell’annuale revisione dell’ordinanza sull’ammissione, il soggiorno e l’attività lucrativa (OASA), il Consiglio federale fissa i contingenti dei permessi di durata superiore ai 120 giorni per i lavoratori provenienti da Paesi terzi e per i fornitori di servizi degli Stati membri dell’UE/AELS. Nella riunione odierna, il Consiglio federale ha autorizzato i contingenti per il 2012, ponderando attentamente gli interessi del mondo economico e quelli politico-sociali, nonché tenendo conto dei pronostici sugli sviluppi dell’economia.

Poiché non è possibile reperire in Svizzera o nell’UE/AELS tutti gli specialisti necessari, la nostra economia, caratterizzata da ampie relazioni internazionali, deve ricorrere anche a persone provenienti da Paesi terzi. Nel 2012 le imprese svizzere potranno reclutare complessivamente all’estero 8500 specialisti (3500 permessi di dimora e 5000 permessi di soggiorno di breve durata).

Autorizzando i contingenti per la manodopera proveniente da Paesi terzi, il Consiglio federale mette a disposizione dell’economia un quantitativo sufficiente di permessi per assumere l’anno prossimo il numero necessario di specialisti qualificati. Il Consiglio federale ricorda comunque che il ricorso ai lavoratori svizzeri e provenienti dagli Stati UE/AELS resta sempre prioritario. I permessi devono essere rilasciati ai cittadini di Paesi terzi solo se la loro assunzione avviene nell’interesse dell’economia svizzera. A metà 2012 il Consiglio federale presenterà un rapporto completo sulla migrazione. In tale contesto sarà oggetto di un dibattito approfondito anche la politica dei contingenti adottata nei confronti della manodopera proveniente dagli Stati non appartenenti all’UE/AELS.

Anche i permessi di durata superiore ai 120 giorni per i fornitori di prestazioni provenienti dall’UE/AELS restano ai livelli del 2011. Di conseguenza nel 2012 tale categoria di lavoratori disporrà ancora di 3000 permessi di soggiorno e 500 permessi di dimora. Anche per quanto riguarda i servizi provenienti dall’area dell’UE/AELS il Consiglio federale esige che siano accordati eventuali permessi solo nell’interesse dell’economia svizzera e nel rispetto delle condizioni di lavoro locali e settoriali.

Info complementari

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 23.11.2011

Contatto

Contatto / informazioni

Segreteria di Stato della migrazione
T
+41 58 465 11 11
Contatto

Dipartimento responsabile

Dipartimento federale di giustizia e polizia
T
+41 58 462 21 11
Contatto

Cartina

Dipartimento federale di giustizia e polizia

Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna

Palazzo federale ovest, Berna

Mostra sulla cartina