La consigliera federale Sommaruga firma un accordo di cooperazione in materia di migrazione con il Camerun

Comunicati, DFGP, 26.09.2014

Berna. Oggi a Yaoundé, la capitale camerunese, la Svizzera e il Camerun hanno concluso due accordi migratori: uno sulla cooperazione in materia di migrazione e uno per la soppressione reciproca dell’obbligo del visto per i titolari di un passaporto diplomatico o di servizio. Gli accordi sono stati firmati dalla consigliera federale Simonetta Sommaruga e da Adoum Gargoum, ministro delegato degli affari esteri del Camerun. La Consigliera federale incontra inoltre il presidente camerunese Paul Biya.

Due accordi sono stati firmati dalla consigliera federale Simonetta Sommaruga e da Adoum Gargoum, ministro delegato degli affari esteri del Camerun
enlarge_picture La consigliera federale Simonetta Sommaruga e Adoum Gargoum, ministro delegato degli affari esteri del Camerun

I due accordi mirano ad agevolare e intensificare la cooperazione migratoria tra la Svizzera e il Camerun. Attualmente il Camerun ospita oltre 200 000 profughi, provenienti in particolare dalla Repubblica centrafricana e dalla Nigeria. I nuovi accordi conclusi consentono di avviare progetti di assistenza in loco.

L’accordo sulla cooperazione in materia di migrazione prevede, tra l’altro, misure e progetti per incentivare e sostenere i ritorni volontari e il reinserimento. Il Camerun si impegna peraltro a riammettere sul suo territorio i suoi cittadini che non adempiono o non adempiono più le condizioni per soggiornare in Svizzera. I due Paesi si impegnano inoltre a intensificare lo scambio di informazioni per lottare contro la tratta di esseri umani e il traffico di migranti.

Finora la Svizzera ha concluso sei accordi di cooperazione in materia di migrazione. Tali accordi si spingono oltre i classici accordi di riammissione e tengono conto degli interessi di entrambi gli Stati, in uno spirito di partenariato e di cooperazione. Quanto agli accordi di riammissione, ne sono già stati conclusi 47 con un totale di 50 Paesi.

Incontro con il Presidente

Nel corso della visita di lavoro, la Consigliera federale incontra anche il presidente della Repubblica camerunense Paul Biya e il ministro di giustizia Laurent Esso. Il colloquio verte sullo stato e le prospettive delle relazioni bilaterali, nonché la situazione della sicurezza e della migrazione nella regione.

In seguito la Consigliera federale visiterà anche l’ospedale centrale di Yaoundé (progetto di cooperazione con l’Ospedale universitario di Ginevra), un progetto privato svizzero a Otélé per la distribuzione di acqua potabile nelle zone rurali e l’Istituto agricolo di Obala, un progetto di cooperazione sostenuto dal Canton Giura. Sono altresì previsti incontri con rappresentanti della società civile attivi in diverse organizzazioni non governative. Il Capo del DFGP rientrerà in Svizzera lunedì sera.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 26.09.2014

Contatto

Contatto / informazioni

Servizio d'informazione DFGP
T
+41 58 462 18 18
Contatto