La presidente della Confederazione in visita ufficiale di lavoro in Etiopia

Comunicati, DFGP, 23.10.2015

Berna. L’Etiopia e la Svizzera intendono ampliare e approfondire le loro già buone relazioni bilaterali. A tal fine una delegazione svizzera diretta dalla presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga si recherà questo fine settimana ad Addis Abeba.

L’Etiopia fa parte della "Strategia globale per il Corno d’Africa 2013-2017" ed è pertanto un Paese prioritario della cooperazione internazionale della Svizzera. Con questa strategia regionale la Svizzera persegue un approccio politico globale che comprende i settori sicurezza alimentare, salute, migrazione e protezione, Stato di diritto e promozione della pace. L’Etiopia svolge inoltre un ruolo determinante ai fini della stabilità e della sicurezza nella regione, segnata da numerosi conflitti. La Svizzera intende di conseguenza intensificare il dialogo politico con questo Paese.

Tra i molteplici temi all’ordine del giorno della visita di lavoro, che si terrà dal 25 al 27 ottobre 2015, spicca l’auspicata intensificazione delle relazioni economiche bilaterali. L’Etiopia, che rappresenta una delle economie con lo sviluppo più rapido in Africa, presegue l’obiettivo di diventare, entro il 2025, un Paese con un reddito medio.

Nella strategia regionale della Svizzera per il Corno d’Africa 2013-2017 rientra anche la politica di migrazione. L’Etiopia accoglie il numero maggiore di rifugiati di tutto il continente africano ed è nel contempo Paese di provenienza, di transito e di accoglienza di rifugiati. L’assistenza in loco e la protezione dei rifugiati nella loro regione di provenienza ("Protection in the Region") sono pertanto gli elementi principali della cooperazione con l’Etiopia in materia di migrazione.

Colloqui ufficiali e numerose visite

Domenica 25 ottobre la presidente della Confederazione visiterà un campo profughi nella regione Somali, nell’Est del Paese. In Etiopia la Svizzera sostiene finanziariamente e tecnicamente l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati e il Programma alimentare mondiale. Vista l’importanza centrale dell’Etiopia nel Corno d’Africa, la Svizzera persegue a lunga scadenza un rafforzamento della cooperazione nell’ambito della politica di migrazione.

Domenica la delegazione svizzera lancerà inoltre nell’Est dell’Etiopia un nuovo progetto sanitario. Si tratta di un progetto messo a punto dall’Università di Jigjiga in collaborazione con l’Istituto tropicale e di salute pubblico svizzero di Basilea e sostenuto dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC).

Durante i colloqui ufficiali, che avranno luogo lunedì, la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga incontrerà il presidente etiope Mulatu Teshome e il primo ministro Hailemariam Dessalegn. Lo stesso giorno visiterà ad Addis Abeba un progetto per rifugiati eritrei finanziato dalla Segreteria di Stato della migrazione (SEM). Sono previsti inoltre incontri con i rappresentanti dell’economia e della società civile.

Martedì la presidente della Confederazione terrà un discorso sul tema del federalismo nella Casa dei rappresentanti, la Camera alta del Parlamento etiope. Nella Repubblica Federale d’Etiopia, che conta oltre 80 gruppi etnici e quasi 100 lingue, il tema del federalismo riveste, come in Svizzera, enorme importanza.

Della delegazione svizzera fanno tra l’altro parte Mario Gattiker, segretario di Stato della migrazione, e Livia Leu, ambasciatrice e capo del campo di prestazioni Relazioni economiche bilaterali della Segreteria di Stato dell’economia (SECO). Alla visita partecipano inoltre alcuni rappresentanti economici delle PMI svizzere dei settori delle tecnologie pulite e dell’economia verde.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 23.10.2015

Contatto

Servizio d'informazione DFGP
T
+41 58 462 18 18
Contatto