Confederazione e Cantoni adottano provvedimenti per gestire l’attuale situazione nel settore dell’asilo

Parole chiave: Asilo

Comunicati, DFGP, 13.11.2015

Berna. A fronte del crescente numero di domande d’asilo e delle sfide che ne derivano per la Confederazione e i Cantoni, in data odierna i comitati direttivi delle conferenze cantonali competenti hanno incontrato il Capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) per analizzare la situazione. I partner hanno ribadito la volontà comune di proseguire sulla linea di una stretta cooperazione operativa tra Confederazione e Cantoni e hanno definito i rispettivi compiti. La valutazione è unanime: oggi la Svizzera si trova in una situazione di particolare tensione che tuttavia non richiede ancora l’impiego dello Stato maggiore Asilo (SONAS). Ciononostante le conferenze cantonali chiedono al Consiglio federale di delegare la decisione di impiegare il SONAS ai capi del DFGP e del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS), affinché possa essere presa in tempi rapidi.

I criteri decisivi per la valutazione della situazione da parte della Confederazione e dei Cantoni sono l’evoluzione dei moti migratori europei nonché la situazione e il numero dei migranti arrivati in Svizzera e nei Paesi limitrofi. Al momento il nostro Paese registra un numero di domande d’asilo elevato e in aumento. Dall’inizio del mese i centri di registrazione e procedura hanno mediamente accolto circa 250 persone al giorno. L’identificazione completa e la registrazione ufficiale delle domande di queste persone richiedono di regola dieci giorni circa. Nei primi 12 giorni di novembre sono state dunque registrate statisticamente 2121domande. La situazione cambia di giorno in giorno. Al momento non è chiaro come si evolverà a medio termine e perciò non sono possibili previsioni affidabili.

Affrontare le sfide con un approccio comune

I comitati direttivi della Conferenza delle direttrici e dei direttori cantonali delle opere sociali (CDOS) e della Conferenza delle direttrici e dei direttori dei dipartimenti cantonali di giustizia e polizia (CDDGP), la consigliera federale Simonetta Sommaruga e il segretario di Stato Mario Gattiker hanno convenuto, in presenza dei rappresentati delle associazioni delle città e dei Comuni che la Confederazione e i Cantoni devono cercare soluzioni comuni per gestire un’eventuale situazione straordinaria. La Confederazione dunque s’impegna ad applicare sistematicamente la propria strategia per il trattamento delle domande d’asilo, evadendo prioritariamente - e per quanto possibile entro le strutture federali - le domande insufficientemente motivate e quelle il cui trattamento incombe a un altro Stato Dublino. I Cantoni, dal canto loro, s’impegnano a eseguire sistematicamente, attenendosi alle prescrizioni della Confederazione, l’allontanamento dei richiedenti l’asilo la cui domanda è stata respinta.

Per quanto riguarda la questione degli alloggi, i partner hanno convenuto che la Confederazione adegui costantemente le sue strutture in funzione dei bisogni per garantire la registrazione e acceleri l’entrata in funzione nelle ubicazioni la cui pianificazione nel quadro del riassetto del settore dell’asilo è a buon punto. In vista di una situazione straordinaria, la Confederazione e i Cantoni intensificano inoltre i provvedimenti necessari per l’impiego della protezione civile e di servizi militari di appoggio.

Nel contempo, i Cantoni supportano la Confederazione mettendo a disposizione alloggi d’emergenza per l’accoglienza a breve termine di nuovi richiedenti l’asilo. Queste prestazioni saranno compensate dalla Confederazione. I Cantoni garantiscono inoltre alloggio e assistenza alle persone rientranti nel settore dell’asilo attribuite loro e adeguano costantemente le proprie capacità in funzione dei bisogni. A tal fine verificano i rispettivi piani per la messa in esercizio di strutture della protezione civile e assicurano che siano pronte all’uso.

La Confederazione, i Cantoni e i Comuni garantiranno la loro collaborazione, al momento particolarmente stretta e buona, in seno agli attuali organi: dal settembre scorso la Segreteria di Stato della migrazione dirige uno Stato maggiore Situazione Asilo in cui sono rappresentate le autorità federali e i servizi cantonali responsabili. Gestisce inoltre un Centro operativo asilo incaricato di analizzare costantemente gli sviluppi della situazione. A livello Stato maggiore Situazione Asilo sono garantiti aggiornamenti reciproci e un’informazione coordinata verso l’esterno. Proseguirà la buona collaborazione in seno ai comitati tecnici. Per garantire un coordinamento ottimale dei vari provvedimenti preparatori, i Cantoni istituiscono propri stati maggiori che saranno rappresentati nello Stato maggiore Situazione Asilo dalle conferenze cantonali.

Raccomandazione in merito allo Stato maggiore Asilo

Oltre ai provvedimenti sopra descritti, i comitati direttivi della CDOS e della CDDGP hanno convenuto di chiedere al Consiglio federale di delegare ai capi del DFGP e del DDPS la decisione di impiegare lo Stato maggiore Asilo e la competenza di dichiarare una situazione straordinaria. Questi ultimi potranno prendere a breve termine le pertinenti decisioni, previa consultazione dei presidenti della CDOS e della CDDGP. Uno Stato maggiore Asilo di questo genere affianca il Consiglio federale nella gestione strategico-politica della situazione straordinaria nel settore dell’asilo e coordina tutte le attività relative alla politica di asilo e di immigrazione all’interno e all’esterno dell’Amministrazione federale.

I partecipanti alla riunione sottolineano e apprezzano il fatto che, grazie alla buona collaborazione tra i diversi livelli statali e anche all’impegno della popolazione, è stato finora possibile gestire al meglio la situazione.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 13.11.2015

Contatto

Servizio d'informazione DFGP
T
+41 58 462 18 18
Contatto

Il consigliere di Stato Peter Gomm
presidente CDOS
T  +41 79 261 91 12
(sabato dalle 14.30 alle 16.00)
 
Il consigliere di Stato Hans-Jürg Käser
presidente CDDGP
T  +41 79 641 27 52
(sabato dalle 14.30 alle 16.00)