Entra in funzione il Centro federale d’asilo di Muttenz (BL)

Comunicati, SEM, 09.11.2016

Berna. Il 14 novembre 2016 il Centro federale d’asilo Feldreben di Muttenz (BL) entrerà in funzione con una capacità ricettiva massima di 500 posti letto e 40 posti di lavoro. Il centro federale d’asilo, destinato alla prima accoglienza, alla registrazione e alle audizioni dei richiedenti l’asilo, sarà in funzione per un periodo di due anni. In caso di emergenza, l’esecutivo di Muttenz potrà accrescere la capacità ricettiva fino a 900 posti letto.

Sebbene nel 2016 siano state presentate meno domande d’asilo rispetto al medesimo periodo di riferimento del 2015, le autorità svizzere devono prepararsi a fronteggiare un eventuale aumento delle domande d’asilo. Grazie all’apertura di un centro federale d’asilo (CFA) temporaneo a Muttenz, la Segreteria di Stato della migrazione (SEM) accresce pertanto le proprie capacità ricettive portandole a oltre 4900 posti di alloggio.

Il 14 novembre 2016, la SEM inaugurerà un centro federale d’asilo sull’area Feldreben a Muttenz, in grado di accogliere fino a 500 richiedenti l’asilo. All’inizio il nuovo CFA accoglierà circa 20-30 richiedenti l’asilo. L’occupazione del centro sarà poi accresciuta gradualmente. In caso di emergenza e d’intesa con l’esecutivo comunale, il CFA Feldreben potrà accogliere fino a 900 persone. In questo modo il Comune di Muttenz e il CFA Feldreben forniscono anche un importante contributo nel quadro del piano d’emergenza asilo della Confederazione, dei Cantoni, dell’Unione delle città svizzere e dell’Associazione dei Comuni svizzeri.

I principali compiti saranno la registrazione e le audizioni

Il CFA Feldreben procederà alla registrazione dei richiedenti l’asilo, ai primi accertamenti concernenti il loro stato di salute e la loro identità nonché ai primi interrogatori riguardanti l’itinerario di viaggio e i motivi d’asilo. A questo scopo la SEM ha allestito 40 posti di lavoro per i propri collaboratori. Per alloggiare i richiedenti l’asilo sono state predisposte unità abitative in lastre di truciolato di legno atte a tutelare la sfera privata durante la permanenza nel CFA Feldreben.

È stato istituito un gruppo di accompagnamento composto di rappresentanti della popolazione, del Comune, della Confederazione e delle ditte incaricate della sicurezza e dell’assistenza, tuttora operativo, che provvederà alla buona gestione del centro e potrà, all’occorrenza, proporre l’adozione di misure tese a garantire un funzionamento senza problemi.

Indennità della Confederazione

Il Cantone di Basilea Campagna ha ristrutturato l’impianto di Muttenz in stretta collaborazione con la SEM e con il Comune. Lo affitta alla Confederazione per due anni. La gestione del centro compete alla Confederazione. La SEM si fa carico dei costi per l’assistenza ai richiedenti l’asilo e per la loro occupazione e risponde della sicurezza presso il centro federale d’asilo. All’occorrenza e d’intesa con il Comune e con le autorità cantonali potranno essere organizzate delle pattuglie esterne nelle immediate vicinanze del CFA. La Confederazione verserà inoltre al Cantone un importo forfettario per coprire le spese legate alla sicurezza.

I posti di accoglienza del CFA Feldreben saranno computati sul contingente del Cantone di Basilea Campagna per la ripartizione cantonale dei richiedenti l’asilo. Il Cantone si vedrà pertanto attribuire annualmente dalla SEM 500 richiedenti l’asilo in meno per anno di esercizio del CFA.

Info complementari

Documentazione

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 09.11.2016

Contatto

Segreteria di Stato della migrazione
T
+41 58 465 11 11
Contatto