I capannoni militari di Brugg destinati a ospitare un centro federale d’asilo

Comunicati, SEM, 02.06.2020

D’intesa con il Cantone di Argovia e la città di Brugg, la Segreteria di Stato della migrazione (SEM) ha deciso di allestire i capannoni militari della suddetta città per utilizzarli come centro federale d’asilo (CFA). In tal modo si aumentano le capacità, che permetteranno di osservare le raccomandazioni della Confederazione volte a proteggere dal contagio da coronavirus continuando a disporre di sufficienti alloggi anche in caso di aumento del numero di rifugiati.

Al fine di rispettare le istruzioni dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) volte a proteggere dal contagio da coronavirus, la Confederazione amplia gli spazi nei suoi centri. A tal scopo sono destinati anche i capannoni Ländi di Brugg, volti a sgravare gli altri centri federali d’asilo in caso di necessità.

La Confederazione, i Cantoni, l’Unione delle città svizzere e l’Associazione dei Comuni svizzeri avevano previsto già nel 2017, nel quadro della Pianificazione d’emergenza asilo, di adibire per tre anni i capannoni del servizio automobilistico Ländi a Brugg (AG) all’alloggio di richiedenti l’asilo nell’eventualità di un aumento rapido delle domande. Dato l’esiguo numero di domande d’asilo presentate, finora i capannoni non hanno dovuto essere arredati né messi in esercizio.

Per il momento, nei capannoni Ländi sono previsti 230 posti al massimo, che permetteranno di garantire il rispetto delle regole di distanziamento sociale volte a combattere il coronavirus.

I lavori di allestimento iniziano ora e richiederanno alcune settimane. In caso di necessità i capannoni saranno dunque a disposizione della SEM per tre anni al massimo a partire da luglio 2020. L’ordinanza COVID-19 Asilo, approvata dal Consiglio federale il 1° aprile 2020, costituisce la base legale del prolungamento senza interruzioni.

Piano d’esercizio sperimentato

Il CFA di Brugg sarà messo in funzione soltanto se le esistenti strutture di alloggio negli altri centri non saranno sufficienti, che sia a causa delle misure volte a combattere il coronavirus o di un aumento del numero delle domande d’asilo. In tal caso verrà applicato il piano d’esercizio che si è rivelato efficace negli altri CFA. Il piano d’esercizio disciplina tutte le questioni relative all’assistenza, all’alloggio e alla sicurezza nei CFA. Come di consueto, la SEM incaricherà fornitori di prestazioni esterni di garantire l’assistenza dei richiedenti l’asilo nonché la sicurezza nei centri e nelle loro vicinanze.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 02.06.2020

Contatto

Informazione e comunicazione SEM

e-mail

Cantone di Argovia
Stefan Ziegler
Capo dei Servizi sociali cantonali

Contatto
T +41 62 835 29 82
   

Città di Brugg
Barbara Horlacher
Sindaco

Contatto
T +41 56 461 76 76