Centri federali d’asilo

Il 25 settembre 2015 le Camere federali hanno adottato una revisione della legge sull’asilo che prevede una velocizzazione delle procedure d’asilo. In precedenza, in occasione di due conferenze nazionali sull’asilo (svoltesi rispettivamente nel 2013 e nel 2014), rappresentanti della Confederazione, dei Cantoni, delle Città e dei Comuni avevano definito congiuntamente i parametri (dati di riferimento) inerenti alla velocizzazione delle procedure d’asilo.

La revisione è finalizzata a velocizzare le procedure d’asilo. In quest’ottica, la Segreteria di Stato della migrazione (SEM) accrescerà le proprie capacità ricettive al fine di sgravare i Cantoni e i Comuni. In futuro la Confederazione dovrà gestire dei centri federali ripartiti in sei regioni procedurali, per una capacità ricettiva complessiva di 5000 posti letto. Ogni regione accoglierà fino a quattro centri federali, uno dei quali con funzione procedurale. È inoltre previsto un modello di compensazione per i Cantoni che si assumeranno compiti e responsabilità particolari.

Per garantire l’economicità delle procedure d’asilo, occorrerà allestire centri di una certa entità. Per i centri con funzione procedurale è perseguita una capacità ricettiva di almeno 350 posti, per i rimanenti centri federali d’asilo una capacità di almeno 250 posti.

Ripartizione degli alloggi della Confederazione per richiedenti l’asilo nelle regioni procedurali


Regione

Posti previsti nei
centri di procedura

Posti previsti nei
centri di partenza


Totale

Svizzera nord-occidentale

350

490

840

Berna

260

360

620

Svizzera romanda

540

740

1280

Svizzera centrale e meridionale

290

400

690

Svizzera orientale

290

410

700

Zurigo

360

510

870

 

 

 

5000

    

Centri federali d’asilo

Al momento la Confederazione gestisce sei centri di registrazione e procedura (CRP), un centro adibito alla fase di test a Zurigo e un numero variabile di alloggi federali temporanei in strutture dell’esercito o della protezione civile. Nel quadro della velocizzazione delle procedure d’asilo saranno messi in campo diversi tipi di centri permanenti della Confederazione per l’asilo:

  • Centri federali d’asilo con funzione procedurale
    In questi centri federali d’asilo si presentano e si esaminano le domande d’asilo e si assume la relativa decisione. Tutti gli attori coinvolti in queste diverse fasi sono riuniti sotto lo stesso tetto. I richiedenti l’asilo permangono presso i centri per l’intera durata della procedura e non vengono pertanto più attribuiti ai Cantoni. Grazie all’apertura di nuovi centri nelle sei regioni procedurali è possibile ridurre l’onere amministrativo e velocizzare conseguentemente le procedure. Un centro di procedura comprende, oltre agli alloggi per i richiedenti l’asilo, anche uffici per gli addetti alle audizioni, gli interpreti, i periti chiamati a esaminare i documenti e i rappresentanti legali.
      
  • Centri federali d’asilo con funzione di attesa e di partenza
    In questi centri federali d’asilo sono alloggiati in primo luogo i richiedenti l’asilo per i quali la Svizzera sta accertando con altri Stati Dublino, nel quadro di una procedura di consultazione ben definita, quale Stato è competente per il trattamento della domanda d’asilo. La risposta a una siffatta consultazione deve intervenire entro un dato termine. Le autorità svizzere possono procedere ad altre fasi procedurali unicamente dopo aver ottenuto risposta dallo Stato Dublino consultato oppure, in assenza di un riscontro, dopo lo scadere del termine di risposta. A seconda delle varie tipologie di casi, il termine può estendersi tra 14 giorni e due mesi. L’esperienza mostra che oltre tre quarti delle persone alloggiate nei centri di partenza si trovano in questa fase di attesa. Pertanto la maggior parte delle persone ospitate da questi centri vi attende una decisione in materia d’asilo. Nei centri di partenza si trovano anche richiedenti l’asilo la cui domanda è stata rigettata con decisione erogata in ultima istanza e che pertanto sono tenuti a lasciare la Svizzera. Infine, questi centri accolgono i richiedenti l’asilo durante la decorrenza del termine di ricorso.
      
  • Centri speciali
    I centri speciali ospitano richiedenti l’asilo che minacciano la sicurezza e l’ordine pubblico o disturbano in modo rilevante la gestione di un centro federale d’asilo. Le autorità cantonali impongono a ognuna di queste persone una limitazione, ossia quella di non uscire da un determinato territorio. Sono previsti due centri di partenza con una capacità di 60 persone ciascuno.

Info complementari

Documentazione

Dossier

Comunicati

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 26.01.2017