La Svizzera e il Regno Unito rafforzano la cooperazione bilaterale in materia di migrazione con un memorandum d’intesa

Berna, 18.12.2020 - Nella seduta del 18 dicembre 2020, il Consiglio federale ha approvato un Memorandum of Understanding con il Regno Unito in materia di mobilità e rafforzamento della cooperazione nel settore della migrazione. Il memorandum, giuridicamente non vincolante, pone in evidenza la stretta cooperazione tra i due Paesi nel settore della migrazione e funge da base per la cooperazione futura. Fa parte della strategia Mind the gap con la quale il Consiglio federale intende garantire la continuità delle relazioni tra la Svizzera e il Regno Unito dopo la Brexit.

Dal 1° gennaio 2021, l'Accordo sulla libera circolazione delle persone (ALC) tra la Svizzera e l'Unione europea (UE) non sarà più applicabile al Regno Unito in seguito al recesso di quest'ultimo dall'UE il 31 gennaio 2020 e alla fine del periodo transitorio prevista per il 31 dicembre 2020. Lo scambio economico con il Regno Unito rimane importante ed è quindi fondamentale portare avanti e sviluppare ulteriormente le relazioni bilaterali con il Paese.

Il Regno Unito introdurrà un nuovo sistema di immigrazione (chiamato Point Based System) il 1° gennaio 2021. A partire da tale data, i cittadini britannici che non dispongono di un titolo di soggiorno svizzero saranno ammessi nel nostro Paese secondo le disposizioni della legge sugli stranieri e la loro integrazione. Per garantire la cooperazione in materia di migrazione nel quadro della strategia Mind the gap anche dopo la fine del periodo transitorio, la Svizzera e il Regno Unito hanno intavolato colloqui esplorativi già nel febbraio 2020.

Il memorandum è il risultato di tali colloqui e costituisce il fondamento della futura cooperazione nel campo della migrazione, che si concentrerà su tematiche prioritarie condivise come l'accesso al mercato del lavoro, la mobilità e il coordinamento nel settore dell'asilo. Con il sostegno di gruppi di esperti, lo scambio di informazioni e il potenziamento delle capacità, la Svizzera e il Regno Unito intendono sviluppare ulteriormente la cooperazione nei suddetti settori.

Approvazione ed entrata in vigore

Il Memorandum of Understanding è stato approvato dal Consiglio federale nella seduta del 18 dicembre 2020. È giuridicamente non vincolante, illimitato nel tempo e funge da dichiarazione d'intenti. Entrerà in vigore al momento della firma, prevista per la fine dell'anno.

Accordo sui diritti acquisiti

Dal 1° gennaio 2021 sarà inoltre applicato l'accordo sui diritti acquisiti firmato dalla Svizzera e dal Regno Unito il 25 febbraio 2019, in virtù del quale i cittadini svizzeri e i cittadini britannici manterranno i diritti di soggiorno (così come altri diritti) acquisiti fino al 31 dicembre 2020 nell'altro Paese sulla base dell'ALC.

Contingenti per i cittadini britannici esercitanti un'attività lucrativa

Nel quadro della revisione parziale dell'ordinanza sull'ammissione, il soggiorno e l'attività lucrativa, il Consiglio federale, nella seduta del 25 novembre 2020, ha inoltre stabilito il contingente annuo per i cittadini britannici che esercitano un'attività lucrativa. Nel 2021 potranno essere assunti un massimo di 3500 lavoratori britannici: 2100 con permesso di dimora (B) e 1400 con permesso di soggiorno di breve durata (L). Si tratta di una soluzione che garantisce la flessibilità necessaria per l'economia svizzera. Questi tetti massimi sono stati decisi unilateralmente dal Consiglio federale, hanno una validità iniziale di un anno e sono messi a disposizione dei Cantoni su base trimestrale.

Adeguamenti dell'ordinanza sull'introduzione della libera circolazione delle persone

Il 18 dicembre 2020 il Consiglio federale ha inoltre adottato il necessario adeguamento dell'ordinanza sull'introduzione della libera circolazione delle persone legato all'attuazione dell'accordo sulla mobilità dei prestatori di servizi. L'ingresso, l'oggetto e il campo di applicazione di questa ordinanza saranno adattati in modo tale che la normativa relativa all'obbligo di notificazione si applichi anche ai prestatori indipendenti di servizi assoggettati all'accordo. L'ordinanza riveduta entrerà in vigore il 1° gennaio 2021 e da tale data prenderà il nome di ordinanza sulla libera circolazione delle persone.


Indirizzo cui rivolgere domande

Informazione e comunicazione SEM, T +41 58 465 78 44, medien@sem.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale di giustizia e polizia
http://www.ejpd.admin.ch

Segreteria di Stato della migrazione
https://www.sem.admin.ch/sem/it/home.html

Ultima modifica 11.10.2020

Inizio pagina

Abbonarsi ai comunicati

https://www.sem.admin.ch/content/sem/it/home/sem/medien/mm.msg-id-81714.html