Sostegno alla prima infanzia

Secondo il parere unanime degli specialisti, nei primi anni di vita verrebbero gettate le basi importanti per la costruzione della biografia formativa individuale. Nel dibattito pubblico, pertanto, viene prestata particolare attenzione al settore del sostegno alla prima infanzia.

In linea di principio si può affermare che il sostegno alla prima infanzia è importante per tutti i bambini e che occorre promuovere le loro facoltà motorie, linguistiche, cognitive e sociali. Il sostegno è dato da una relazione calorosa con i genitori e da un approccio educativo coerente nonché, eventualmente, da un’assistenza esterna di qualità da parte di personale specializzato. I bambini che vivono in famiglie svantaggiate dal punto di vista socioeconomico rischiano maggiormente di essere sfavoriti nel loro sviluppo durante i primi anni di vita. Spesso, questi svantaggi si manifestano più tardi sotto forma di scemate opportunità di riuscita a scuola, nella formazione e sul mercato del lavoro. Studi dimostrano che proprio i figli di migranti traggono il maggior beneficio dalle offerte formative, assistenziali ed educative nel quadro del sostegno alla prima infanzia.

La promozione dell’integrazione è chiamata a riconoscere tempestivamente i potenziali e i rischi e ad abbattere gli ostacoli tramite misure adeguate. Lo scopo è di offrire ai bambini con un passato migratorio le stesse opportunità di beneficiare di una formazione, di un’assistenza e di un’educazione di elevata qualità.

Sostegno alla prima infanzia in uno degli otto ambiti d’azione dei programmi d’integrazione cantonali PIC.


Dialogo CTA «Prima infanzia – Chi inizia sano va lontano»

La Conferenza tripartita sugli agglomerati CTA dedica al tema il dialogo sull’integrazione «Prima infanzia – Chi inizia sano va lontano». Esso persegue l’attuazione di misure atte a migliorare le condizioni generali per un buono sviluppo fisico, psicologico e sociale dei piccoli in tenerissima età, a prescindere dalle loro origini.

Sul sito web del dialogo CTA troverete informazioni più precise in merito alle raccomandazioni adottate dalla CTA e ai progetti in atto nel quadro del dialogo.


Progetti modello riguardanti «la promozione dell’integrazione nel settore del sostegno alla prima infanzia» 2009-2014

Già nel 2009 la SEM e la Commissione federale della migrazione (CFM) hanno lanciato congiuntamente un progetto modello concernente «la promozione dell’integrazione nel settore del sostegno alla prima infanzia». L’obiettivo era di aumentare l’accessibilità delle offerte destinate ai genitori e ai bambini con un passato migratorio, di migliorare le competenze interculturali di persone incaricate dell’assistenza nonché di accelerare, segnatamente a livello comunale, i corrispondenti lavori concettuali. Dal 2009 al 2011 sono stati sostenuti finanziariamente, nell’ambito di un bando di concorso, 86 progetti innovativi per un totale di 5 milioni di franchi.

Info complementari

Studi / raccomandazioni

(Alcuni dei seguenti documenti non sono disponibili in italiano)

Concetti / reti

Link

    

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 25.06.2015