50 anni di suffragio femminile

Livestream della celebrazione ufficiale il 2 settembre 2021

 

Il 7 febbraio 1971, gli aventi diritto di voto, all’epoca ancora esclusivamente uomini, decisero di introdurre il suffragio femminile a livello federale, con una maggioranza del 65,7 per cento. Anche i Cantoni approvarono con netta maggioranza la modifica costituzionale. Alla fine del 1971 entrarono a far parte del Parlamento federale undici Consigliere nazionali e una Consigliera agli Stati. Con la modifica costituzionale, le donne svizzere avevano conquistato il diritto di voto e di eleggibilità soltanto a livello federale. La maggior parte dei Cantoni che non lo avevano ancora fatto introdusse tuttavia la parità dei diritti politici contemporaneamente alla Confederazione. L’ultimo Cantone a introdurre il suffragio femminile fu Appenzello Interno, nel 1991, in seguito a una sentenza del Tribunale federale.

Il 7 febbraio 2021 la votazione, di storica importanza per la democrazia svizzera, compie cinquant’anni. Il Consiglio federale ritiene che quest’anniversario debba essere commemorato degnamente. Al contempo è un’occasione per illustrare da diversi punti di vista l’evoluzione storica e le conseguenze politiche della parità tra uomini e donne. Il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) ha svolto un ruolo portante nell’organizzazione dei diversi eventi.

Impressioni della celebrazione ufficiale del 2 settembre 2021

Giovani alla cerimonia ufficiale

Desideri per il futuro della democrazia

Wunschkarten

In occasione della celebrazione ufficiale del 50esimo anniversario del suffragio femminile, il 2 settembre 2021, i 150 ospiti sono stati invitati ad annotare su un biglietto i loro desideri e le loro visioni per il futuro della nostra democrazia e della partecipazione politica e di inserirlo in un'urna. Come emerso dall'analisi di questi biglietti, è soprattutto l'attuale clima politico a preoccupare. "Più insieme invece che contro" o "Tornare a dialogare di più" sono esempi di queste visioni del futuro.È stata anche più volte auspicata l'estensione dei diritti politici, tra l'altro nella forma del diritto di voto agli stranieri. Quale diffusa richiesta è inoltre emerso l'aumento della partecipazione politica. A tal fine gli ospiti auspicano ad esempio di introdurre la materia d'insegnamento dell'educazione civica già alle elementari o di migliorare la conciliabilità di famiglia, professione e politica. Qui di seguito sono riportati i desideri più sovente nominati in relazione al futuro della democrazia svizzera e della partecipazione politica.

Festeggiamenti ed eventi

*

I festeggiamenti si sono concentrati sulla cerimonia ufficiale per il 50° anniversario del suffragio femminile organizzata dal DFGP e svoltasi il 2 settembre 2021 a Palazzo federale con invitati della politica, dell’economia e della società civile. Vi hanno partecipato, tra gli altri, la pioniera Hanna Sahlfeld‑Singer e l’ex consigliera federale Ruth Dreifuss.

Dopo la cerimonia ufficiale, il 7 settembre 2021 l’Ufficio federale di giustizia ha organizzato, in collaborazione con la Cancelleria federale e l’Ufficio federale per l’uguaglianza fra donna e uomo, un convegno scientifico sul tema "50 anni di suffragio femminile".

Info complementari

Multimedia

Dichiarazione video della Consigliera federale Karin Keller-Sutter del 7 febbraio 2021 (tedesco con sottotitoli in italiano)


31 agosto 2021, SRF, Club: "Unsere Bundesrätinnen"

SRF, Club: "Im «Club» geht es um Frauen in der Politik, um weibliche Vorbilder und um den langen Weg bis zur Gleichstellung. Denn erst vor 50 Jahren haben die Frauen in der Schweiz das Stimmrecht erhalten. Am 2. September findet die offizielle Feier zu 50 Jahre Frauenstimmrecht statt."

(Questo contenuto non è disponibile in italiano.)
 

Discorsi

Interviste

Social media

Ultima modifica 22.09.2021

Inizio pagina