Riforma del diritto della Sagl: il Consiglio federale prende atto dei risultati della procedura di consultazione

Berna, 05.07.2000 - Mercoledì, il Consiglio federale ha preso atto dei risultati della procedura di consultazione relativi all'avamprogetto di riforma del diritto della società a ga-ranzia limitata (Sagl). Ha quindi incaricato il Dipartimento federale di giustizia e polizia di rielaborare l'avamprogetto alla luce di tali risultati. La presentazione del relativo messaggio aIl'attenzione del Parlamento è prevista per la fine del 2001.

L'avamprogetto di riforma mira a strutturare in modo adeguato la Sagl in quanto società di capitali a carattere personale. Si propone inoltre di eliminare le imperfezioni del diritto vigente e di aggiornare la regolamentazione di legge.

Nell'ambito della consultazione sono pervenute 67 prese di posizione. Nell'insieme l'avamprogetto è stato accolto favorevolmente dalla maggioranza dei partecipanti. La necessità di una riforma delle attuali disposizioni, che risalgono al 1936, non è, in generale, contestata.

Prese di posizione critiche

La proposta regolamentazione ha tuttavia sollevato alcune critiche. Vi è chi formula riserve sulla necessità di una riforma totale nella forma in cui è proposta; chi sull'opportunità di aumentare il capitale sociale minimo da 20'000 a 40'000 franchi e sull'obbligo della sua liberazione totale. Infatti queste due innovazioni potrebbero impedire a imprenditori di scegliere, per limitare i rischi economici, la forma giuridica della società di capitali. Come alternativa, parecchi partecipanti propongono, fra l'altro, di mantenere l'ammontare minimo del capitale sociale agli attuali 20'000 franchi, ma di chiederne la liberazione totale. Anche l'applicazione alla Sagl delle norme del diritto della società anonima relative all'allestimento e al controllo dei conti annuali è stata criticata, soprattutto a causa dei costi supplementari che ne potrebbero derivare. Da più parti si auspica che il legislatore adotti a tal riguardo una soluzione differenziata che tenga conto della grandezza dell'impresa.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale del registro di commercio, T +41 58 462 41 96


Pubblicato da

Dipartimento federale di giustizia e polizia
http://www.ejpd.admin.ch

Ufficio federale di giustizia
http://www.bj.admin.ch

Ultima modifica 24.04.2023

Inizio pagina

Abonnarsi ai comunicati

https://www.metas.ch/content/bj/it/home/aktuell/mm.msg-id-22611.html