Asilo: statistica 2019

Parole chiave: Statistiche sull’asilo

Comunicati, SEM, 31.01.2020

Nel 2019 sono state presentate in Svizzera 14 269 domande d’asilo, ossia il 6,5 per cento in meno rispetto all’anno precedente. Si tratta del numero di domande d’asilo più basso dal 2007. Per il 2020 la Segreteria di Stato della migrazione (SEM) prevede 15 000 nuove domande (± 2000).

Nel 2019 sono state presentate in Svizzera 14 269 domande d’asilo, ossia 986 in meno che nel 2018. Questa diminuzione va ricondotta in prima linea al continuo calo della migrazione attraverso il Mediterraneo centrale e al mantenimento dell’accordo concluso tra Unione europea e Turchia.

Principali Paesi di provenienza dei richiedenti

Anche nel 2019, il principale Paese di provenienza delle persone che hanno chiesto asilo in Svizzera è stata l’Eritrea (2899 domande). Gli altri maggiori Paesi di provenienza sono stati l’Afghanistan (1397 domande), la Turchia (1287 domande) e la Siria (1100 domande).

Casi trattati in prima istanza

Nel 2019 la SEM ha liquidato in prima istanza 19 140 domande d’asilo. 5551 persone hanno ottenuto l’asilo, elevando la quota di riconoscimento (concessione dell’asilo) al 31,2 per cento (2018: 25,9 %). La quota di protezione (concessione dell’asilo e ammissione provvisoria successivamente a una decisione di prima istanza) è stata pari al 59,3 per cento (2018: 60,8 %). Il numero di domande d’asilo pendenti in prima istanza si attesta a 8377 domande d’asilo, ossia 3217 in meno che alla fine del 2018.

Nel 2019, 1631 persone hanno lasciato volontariamente la Svizzera (2018: 1613). 2985 sono state allontanate verso il loro Paese d’origine o verso un Paese terzo (2018: 3266) e 1521 verso uno Stato Dublino (2018: 1560).

Procedure celeri

Il 1° marzo 2019 è entrata in vigore la nuova legge sull’asilo con le sue procedure velocizzate. Fino alla fine dell’anno, 5837 domande d’asilo sono state trattate fino alla decisione definitiva nel quadro delle nuove procedure. Di esse, 3525 sono state trattate in procedura celere, 492 nel quadro della procedura ampliata,1656 in procedura Dublino e 164 nel contesto di un’altra procedura di riammissione.

Reinsediamento

Il 9 dicembre 2016 la Svizzera ha deciso di ammettere sull’arco di due anni fino a 2000 vittime del conflitto siriano. Da gennaio ad aprile 2019, 397 persone bisognose di protezione sono entrate in Svizzera in virtù di tale decisione. Questi nuovi arrivi hanno portato a 1993 il numero di persone ammesse in virtù di tale contingente, il quale è stato pertanto considerato raggiunto.

Nell’intento di proseguire l’impegno della Svizzera a favore del reinsediamento, il 30 novembre 2018 il Consiglio federale ha deciso di concedere la protezione svizzera ad altri 800 rifugiati riconosciuti. Il programma è stato impostato sull’arco di un anno. Fino alla fine del 2019, 617 persone sono state ammesse a titolo di tale contingente. Prima di poter chiudere il programma occorrerà accogliere circa altri 180 rifugiati. Il loro arrivo in Svizzera è previsto per la primavera 2020.

Domande d’asilo: prospettive per il 2020

Sulla base degli sviluppi più probabili per il 2020, la SEM prevede per l’anno corrente 15 000 nuove domande d’asilo (± 2000). Alla luce dei numerosi focolai di crisi e di conflitti in Medio Oriente e in Africa, il potenziale migratorio resta elevato; non si può pertanto escludere un nuovo aumento delle domande d’asilo nel 2020.

Info complementari

Documentazione

Dossier

Novità

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 31.01.2020

Contatto

Informazione e comunicazione SEM
T
+41 58 465 78 44
Contatto