Dublino

Sviluppi intervenuti dal 12 dicembre 2008

Dal 12 dicembre 2008, in virtù del sistema di Dublino, la Svizzera ha la possibilità di trasferire le persone richiedenti l’asilo in altri Stati membri di Dublino se questi sono competenti per l’esame delle domande d’asilo in questione. Dal canto suo, la Svizzera è obbligata a riammettere per motivi di competenza i richiedenti l’asilo tenuti a lasciare gli altri Stati di Dublino. Nell’ambito della procedura di Dublino, vengono rilevate le impronte digitali dei richiedenti l’asilo, successivamente inserite nella banca dati centrale di Eurodac.

Con l’associazione a Schengen/Dublino la Svizzera si è impegnata ad adottare gli sviluppi dell’acquis di Schengen/Dublino. L’Ufficio federale di polizia e la Segreteria di Stato della migrazione (SEM) sono responsabili del recepimento e dell’attuazione del 95 per cento di tutti gli sviluppi. Nella maggior parte dei casi, il Consiglio federale ha preso atto di tali sviluppi1) oppure li ha approvati2). Alcuni sviluppi devono comunque essere approvati dal Parlamento3); per quanto concerne la SEM, si tratta ad esempio del recepimento del regolamento VIS (sistema d’informazione visti), della biometria nei permessi di soggiorno oppure della direttiva sul rimpatrio.

1) Non necessitano di una modifica di legge o d’ordinanza.
2) Necessitano di una modifica d’ordinanza.
3) Necessitano di una modifica di legge.

Documenti

  • Infobroschüre (PDF, 964.68 KB)

    10 Fakten zum Dublin-Assoziierungsabkommen

  • Brochure d’information (PDF, 965.60 KB)

    L’accord d’association à Dublin en 10 points
    (Questo documento non è disponibile in italiano)

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 07.03.2014