Asilo: creazione di un centro speciale della Confederazione a Verrières (NE)

Comunicati, SEM, 08.11.2016

Berna. È stata definita la sede del primo centro speciale della Confederazione nel quadro delle procedure d’asilo accelerate. La Confederazione ha acquistato un immobile a Verrières nel Cantone di Neuchâtel. È stata firmata una dichiarazione d’intenti tripartita tra la Confederazione, il Cantone e il Comune. Secondo la legge sull’asilo rivista, i centri speciali sono concepiti per accogliere i richiedenti l’asilo che perturbano il buon funzionamento dei centri federali.

Il 5 giugno 2016 il Popolo ha approvato con una maggioranza del 66,8 per cento, la revisione della legge sull’asilo che mira ad accelerare le procedure. Secondo la legge rivista le procedure sono espletate e portate a termine principalmente nei centri federali per richiedenti l’asilo. La pianificazione nazionale prevede la creazione di centri federali per richiedenti l’asilo che avranno diverse funzioni. I centri speciali secondo l’articolo 24a della legge sull’asilo sono concepiti per accogliere i richiedenti l’asilo che perturbano il buon funzionamento dei centri federali o che si comportano in modo tale da disturbare l’ordine pubblico o minacciare la sicurezza.

In Svizzera sono previsti due centri speciali: uno nella Svizzera romanda e uno nella Svizzera tedesca. Dal momento del trasferimento in un centro speciale, la durata massima del soggiorno sarà di 140 giorni. Nei centri speciali le domande d’asilo saranno trattate in via prioritaria e vi sarà un maggior numero di quadri e di addetti alla sicurezza per permettere una coabitazione armoniosa con gli abitanti dei Comuni interessati. Conformemente alla legge sull’asilo rivista, l’alloggiamento in un centro speciale prevede l’assegnazione di un luogo di soggiorno o il divieto di accedere a un dato territorio. I centri speciali non sono tuttavia delle strutture chiuse.

Nel corso del primo anno d’attività, la capacità del centro di Verrières sarà limitata a un massimo di 20 persone per raggiungere poi gradualmente la capacità massima di 60 posti prevista per i centri speciali. Un comitato di accompagnamento, composto da rappresentanti della Confederazione, del Cantone di Neuchâtel e del Comune di Verrières, redigerà un bilancio annuale sul funzionamento del centro. Un gruppo d’accompagnamento garantirà inoltre un controllo costante e una comunicazione regolare con la popolazione locale e i Comuni confinanti. Un incontro informativo per la popolazione è previsto per martedì 8 novembre 2016 alle ore 20.00 a Verrières.

L’immobile è stato acquistato da un privato e non sono necessarie costruzioni supplementari. Sono previsti semplicemente dei lavori di conversione e adeguamento alla normativa vigente. I costi, il calendario di realizzazione e la data di apertura potranno essere stabiliti e comunicati non appena sarà finalizzato il progetto preliminare.

La sede del centro speciale della Svizzera tedesca è in fase di discussione e sarà comunicata quanto prima.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 08.11.2016

Contatto

Segreteria di Stato della migrazione:

T
+41 58 465 11 11
Contatto

 
Cantone di Neuchâtel:
Jean-Nathanaël Karakash
Consigliere di Stato
T +41 32 889 48 00

 

Comune di Verrières:
Jean-Bernard Wieland
Sindaco
T +41 79 614 35 47