Asilo: statistiche del novembre 2016

Parole chiave: Statistiche sull’asilo

Comunicati, SEM, 08.12.2016

Berna. Nel mese di novembre sono state presentate in Svizzera 1963 domande d’asilo, 133 in meno che nel mese di ottobre (−6 %). Il numero di nuove domande è diminuito in misura ragguardevole rispetto al mese di novembre dell’anno scorso (−66 %). Al confronto annuale si osserva in particolare un calo del numero di domande presentate da migranti afghani.

Il calo significativo del 66 per cento del numero di domande d’asilo rispetto al novembre 2015 è dovuto principalmente alla chiusura della rotta migratoria dei Balcani nel marzo scorso. Gli ultimi quattro mesi del 2015 erano stati caratterizzati da un afflusso massiccio di migranti lungo questa rotta. Dalla chiusura, un numero relativamente esiguo di richiedenti l’asilo giunge in Svizzera seguendo questo itinerario. Al confronto annuale si osserva pertanto un calo del numero di richiedenti l’asilo afghani (−2277), iracheni (−516) e siriani (−825).

Nel mese di novembre 2016 i principali Paesi di provenienza dei richiedenti l’asilo giunti in Svizzera sono stati l’Eritrea (500 domande, ossia 24 in più rispetto a ottobre), la Siria (166 domande; −7), la Guinea (139 domande; +11), l’Afghanistan (109 domande; −36) e lo Sri Lanka (92 domande; −21).

Verosimilmente meno di 30 000 domande nel 2016

Dall’inizio dell’anno sono state registrate in Svizzera 25 441 domande d’asilo (nel medesimo periodo dell’anno scorso ne erano state registrate 34 653). Al confronto annuale, il numero di nuove domande è pertanto diminuito del 36,2 per cento. A fronte di ciò si può presumere che il totale annuo per il 2016 si situerà nella parte inferiore del margine di oscillazione pronosticato (30 000 domande ±3000).

Nel mese di novembre, la Segreteria di Stato della migrazione (SEM) ha liquidato in prima istanza 2749 domande d’asilo, di cui 758 con una decisione di non entrata nel merito in virtù dell’Accordo Dublino, 474 con la concessione dell’asilo e 678 con l’ammissione provvisoria. Il numero di casi in giacenza in prima istanza è diminuito di 612 unità rispetto al mese precedente.

Nel medesimo mese 641 persone hanno lasciato la Svizzera sotto il controllo delle autorità. La Svizzera ha chiesto ad altri Stati Dublino la presa in carico di 1028 richiedenti l’asilo. 217 persone state trasferite nello Stato Dublino competente. Dal canto suo, la Svizzera ha ricevuto 450 domande di presa in carico Dublino. 56 persone sono state trasferite in Svizzera.

Programma di reinsediamento e di ricollocazione

Durante il mese di novembre, 64 rifugiati siriani provenienti dal Libano sono stati accolti nel nostro Paese nel quadro del programma di reinsediamento dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (ACNUR). Questo programma è destinato alle persone particolarmente vulnerabili che si trovano nei Paesi vicini della Siria e cui l’ACNUR ha riconosciuto lo statuto di rifugiato. Dal 2015 la Svizzera ha accolto in questo contesto 32 gruppi per un totale di 935 persone. Altri due gruppi dovrebbero essere accolti nel corso del mese di dicembre. Il contingente del programma di reinsediamento deciso dal Consiglio federale nel 2015 dovrebbe essere interamente esaurito all’inizio del 2017.

49 persone provenienti dalla Grecia e dall’Italia sono giunte in Svizzera nel mese di novembre nel quadro del programma di ricollocazione dell’UE. La ricollocazione è il trasferimento in un altro Stato europeo di richiedenti l’asilo già registrati in Italia o in Grecia, due Stati Dublino che devono fronteggiare picchi di domande alla frontiera esterna dello spazio Schengen. Dal suo inizio sino a fine novembre, il programma ha permesso di accogliere in Svizzera 161 persone.

Info complementari

Documentazione

Dossier

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 08.12.2016

Contatto

Segreteria di Stato della migrazione
T
+41 58 465 11 11
Contatto