Modifica della legge federale sugli stranieri e la loro integrazione (LStrI): Aiuto finanziario ai Cantoni che gestiscono centri di partenza alla frontiera svizzera

Di che cosa si tratta?

La mozione Abate 17.3857 «Aiuto finanziario ai Cantoni che gestiscono centri di partenza alla frontiera svizzera» incarica il Consiglio federale di modificare le basi legali in modo da creare i presupposti affinché i Cantoni che gestiscono degli alloggi temporanei destinati agli stranieri allontanati senza formalità possano essere sostenuti finanziariamente.

La mozione è motivata con il numero elevato di attraversamenti illegali della frontiera registrati nel Cantone Ticino dalla metà del 2016. La gestione di un alloggio temporaneo a Rancate ha permesso di attuare la riconsegna all’Italia in modo sollecito. Frattanto l’alloggio è stato chiuso perché al momento non ce n’è più bisogno.

Grazie all’attuazione della mozione, la Confederazione potrà sostenere finanziariamente i Cantoni che gestiscono centri di partenza esulanti dal settore dell’asilo, qualora vi sia nuovamente bisogno di strutture di questo tipo. È inoltre creata una base legale per il fermo di breve durata di stranieri all’interno di tali centri cantonali di partenza.

Inizialmente, la presente attuazione della mozione Abate 17.3857 era parte integrante del progetto «Modifica della legge federale sugli stranieri e la loro integrazione: attuazione del ‹Piano d’azione Gestione integrata delle frontiere› e aiuto finanziario ai Cantoni che gestiscono centri di partenza alla frontiera svizzera». A causa della crisi del coronavirus e delle difficoltà dell’industria aeronautica, il progetto di legge è stato rinviato nella primavera del 2021. Questo non influisce sull’attuazione della mozione, la quale è pertanto portata avanti quale disegno di legge a sé stante.

Cos’è stato fatto finora?

  • Il 13 dicembre 2019 il Consiglio ha avviato la procedura di consultazione. In un primo tempo il termine della procedura era stato fissato al 27 marzo 2020, per poi essere prorogato fino al 19 aprile 2020 a causa della pandemia da COVID-19 (comunicato stampa).
  • Il 18 maggio 2022 il Consiglio federale adotta il messaggio sulla revisione della legge sugli stranieri e la loro integrazione (comunicato stampa).

Documentazione

Consultazione

Procedura di consultazione

(Progetto «Modifica della legge federale sugli stranieri e la loro integrazione: attuazione del ‹Piano d’azione Gestione integrata delle frontiere› e aiuto finanziario ai Cantoni che gestiscono centri di partenza alla frontiera svizzera») dal 13 dicembre 2019 al 27 marzo 2020

Risultati

Risultati della procedura di consultazione

(Progetto «Modifica della legge federale sugli stranieri e la loro integrazione: attuazione del ‹Piano d’azione Gestione integrata delle frontiere› e aiuto finanziario ai Cantoni che gestiscono centri di partenza alla frontiera svizzera»)

Messaggio

Messaggio e disegno

(Progetto «Modifica della legge federale sugli stranieri e la loro integrazione: attuazione del ‹Piano d’azione Gestione integrata delle frontiere› e aiuto finanziario ai Cantoni che gestiscono centri di partenza alla frontiera svizzera»)

Ultima modifica 18.05.2022

Inizio pagina