Brexit

Parole chiave: Brexit

Nel 2016 il Regno Unito ha deciso di uscire dall’Unione europea. Questa decisione ha conseguenze anche per la Svizzera, dato che attualmente le relazioni tra il nostro Paese e il Regno Unito si basano principalmente sugli accordi bilaterali Svizzera-UE.

Il Regno Unito costituisce un partner importante per la Svizzera. Fintantoché non esce dall’UE, per i cittadini svizzeri rimangono applicabili tutte le norme e gli accordi esistenti. Il Consiglio federale segue tuttavia attentamente la situazione con l’intenzione di continuare a garantire anche dopo l’uscita dall’UE i reciprochi diritti e obblighi acquisiti ed eventualmente estenderli (strategia "Mind the Gap").


Garantire i diritti acquisiti dei cittadini

Nella seduta del 19 dicembre 2018, il Consiglio federale ha approvato un accordo con la Gran Bretagna sui diritti dei cittadini dopo la Brexit. Approfittano del presente accordo gli Svizzeri e i Britannici che godono già di determinati diritti (p. es. diritti di soggiorno) in Svizzera o in Gran Bretagna in base all’Accordo sulla libera circolazione.

Il 22 marzo 2019, il Consiglio federale ha avviato la procedura di consultazione che si concluderà il 29 maggio 2019. L’accordo viene applicato a titolo provvisorio dal recesso del Regno Unito dall’UE.

Link


Un accordo temporaneo garantisce l’accesso al mercato del lavoro

Nella riunione del 17 aprile 2019 il Consiglio federale ha approvato un accordo temporaneo con il Regno Unito sull’ammissione al mercato del lavoro. L’Accordo si applica in caso di recesso senza regole del Regno Unito dall’Unione europea (UE). Prevede, per un periodo di transizione, condizioni di ammissione agevolate per l’esercizio di un’attività lucrativa nei rispettivi Paesi.


Contingenti separati per cittadini del Regno Unito

Nella seduta del 13 febbraio 2019 il Consiglio federale ha disciplinato l’ammissione dei cittadini britannici nell’eventualità di un’uscita del Regno Unito dall’Unione europea senza accordo. Pertanto, nel 2019, per i cittadini britannici che dopo l’uscita del Regno Unito dall’UE entrano in Svizzera per esercitare un’attività lucrativa è previsto un contingente di autorizzazioni separato pari a 3500 unità.

Il 22 marzo 2019, il Consiglio federale ha approvato la revisione dell’ordinanza sull’ammissione, il soggiorno e l’attività lucrativa (OASA). Il recesso del Regno Unito dall’UE essendo stato rinviato, per il momento tale contingente non si applica perché continuano a valere le disposizioni dell’ALC. Il contingente troverebbe invece applicazione se il rinvio del recesso fosse seguito da una Brexit senza accordo.

Info complementari

Documentazione

Maggiori informazioni sull’accordo sui diritti dei cittadini sono reperibili qui:

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 15.07.2019