65 cittadini ungheresi ritirano la domanda d’asilo

Parole chiave: Asilo

Comunicati, SEM, 05.11.2014

Berna. Circa due settimane fa, 65 cittadini ungheresi della città di Miskolc, perlopiù famiglie con bambini, hanno chiesto asilo presso il centro di registrazione e procedura di Vallorbe. Tutti hanno deciso di ritirare la loro domanda dopo essere stati informati in merito alle opportunità di riuscita. 41 di essi hanno già lasciato la Svizzera alla volta dell’Ungheria.

La legge svizzera sull’asilo prevede la protezione delle persone che, nel Paese di origine, sono esposte a seri pregiudizi o la cui vita o integrità fisica sono esposte a pericolo. Ogni domanda d’asilo è esaminata individualmente. I richiedenti devono essere in grado di esporre in maniera credibile i motivi che li inducono a chiedere asilo.

Dal 2009 la Svizzera non ha riconosciuto la qualità di rifugiato ad alcun cittadino dell’UE. Il Consiglio federale considera gli Stati membri dell’UE Paesi sicuri. Ciò significa che in essi lo Stato garantisce, in linea di massima, un’adeguata tutela dalla persecuzione, per cui le domande d’asilo dei cittadini di questi Stati sono di norma respinte. Nel caso dei 65 cittadini ungheresi non è stato necessario procedere a un esame materiale giacché tutti hanno ritirato la loro domanda d’asilo.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 05.11.2014

Contatto

Segreteria di Stato della migrazione
T
+41 58 465 11 11
Contatto