Domande d’asilo provenienti dall’estero

Domande d’asilo provenienti dall’estero e visto per motivi umanitari

Con la modifica urgente della legge sull’asilo, del 28 settembre 2012, il Parlamento ha deciso di sopprimere la possibilità di depositare domande di asilo presso le ambasciate svizzere all’estero. I cittadini stranieri che per motivi cogenti intendono lasciare il proprio Paese d’origine possono sollecitare un visto presso una rappresentanza svizzera all’estero, la quale esamina se la situazione personale del richiedente giustifica il rilascio di un visto d’entrata. È possibile rilasciare un visto per motivi umanitari se, in un caso concreto, è evidente che la vita o l’integrità fisica di una persona è direttamente, seriamente e concretamente minacciata. Se l’interessato si trova già in uno Stato terzo, di norma si può considerare che non è più minacciato.

La rappresentanza svizzera all’estero esamina se sono soddisfatte le condizioni per il rilascio di un visto per motivi umanitari. Se nutre dubbi al proposito, sottopone la domanda alla Segreteria di Stato della migrazione a Berna. Se in base alle informazioni disponibili non è ragionevole esigere che l’interessato permanga nel suo Paese d’origine, le autorità svizzere gli rilasciano un visto d’entrata.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 21.03.2016