News

Comunicati (01.04.2020 - DFGP)

Coronavirus: temporaneamente adeguate le regole delle procedure d’asilo

Nella riunione del 1° aprile 2020, il Consiglio federale ha deciso misure tese a proteggere tutti gli attori coinvolti nella procedura d’asilo. La protezione dal contagio con il coronavirus ha la massima priorità. Il Consiglio federale intende tuttavia anche salvaguardare le funzioni centrali del sistema d’asilo e garantire che si possano continuare a eseguire le procedure d’asilo e di allontanamento. Le altre misure adottate riguardano gli alloggi, le procedure d’asilo e l’esecuzione degli allontanamenti. Le nuove regole sono per ora valide per tre mesi, nell’ambito degli alloggi per quattro.

Comunicati (31.03.2020 - SEM)

Coronavirus: riapertura del centro federale d’asilo di Muttenz

D’intesa con il Cantone di Basilea Campagna e il Comune di Muttenz, la Segreteria di Stato della migrazione (SEM) ha deciso di riaprire il centro federale d’asilo (CFA) di Muttenz. Ciò consente di mettere a disposizione ulteriori posti di alloggio nel settore dell’asilo e di rispettare le raccomandazioni dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) per proteggersi dal coronavirus.

Comunicati (18.03.2020 - DFGP)

Coronavirus La Svizzera estende i controlli alla frontiera e per il momento non rilascia più visti

Per intensificare la protezione della popolazione dal coronavirus, la Svizzera estende le limitazioni di entrata anche alla Spagna. Queste ultime si applicano da subito anche al traffico aereo dall’Italia, dalla Francia, dalla Germania e dall’Austria nonché da tutti gli Stati non membri di Schengen. Inoltre, il Consiglio federale sospende, al momento per tre mesi, il rilascio di visti Schengen e di visti nazionali ai cittadini di Stati terzi. Questi ultimi possono entrare in Svizzera soltanto in casi eccezionali.

Comunicati (18.03.2020 - SEM)

Statistica sull’asilo: febbraio 2020

Sono 1071 le domande d’asilo depositate in Svizzera in febbraio 2020, pari a una riduzione del 13,9 per cento rispetto al mese precedente e del 13,6 per cento rispetto a febbraio 2019 (risp. 173 e 169 domande in meno).

Comunicati (16.03.2020 - DFGP)

Coronavirus: il Consiglio federale proclama la "situazione straordinaria" e inasprisce ulteriormente i provvedimenti

Il Consiglio federale si è riunito oggi, 16 marzo 2020, in seduta straordinaria e ha deciso di inasprire ulteriormente i provvedimenti a tutela della popolazione e di proclamare la "situazione straordinaria" ai sensi della legge sulle epidemie. Fino al 19 aprile 2020 tutti i negozi, i ristoranti, i bar e tutte le strutture ricreative e per il tempo libero dovranno restare chiusi. Fanno eccezione i negozi di generi alimentari e le strutture sanitarie. Dalla mezzanotte di oggi saranno inoltre introdotti controlli anche alle frontiere con la Germania, l’Austria e la Francia. Per sostenere i Cantoni negli ambiti della sanità pubblica, della logistica e della sicurezza, il Governo ha autorizzato l’impiego di circa 8000 militari.

Comunicati (13.03.2020 - DFGP)

Il Consiglio federale inasprisce i provvedimenti contro il coronavirus a tutela della salute e sostiene i settori colpiti

Nella sua seduta del 13 marzo 2020, il Consiglio federale ha deciso ulteriori provvedimenti per contenere la propagazione del coronavirus e per proteggere la popolazione e il sistema sanitario. Da subito e fino alla fine di aprile sono vietate le manifestazioni con più di 100 persone e nei ristoranti, nei bar e nelle discoteche non è ammessa la presenza di più di 50 persone. In questo modo è più facile mantenere la distanza reciproca di sicurezza. Nelle scuole non possono essere tenute lezioni in classe fino al 4 aprile. Il traffico transfrontaliero dall’Italia viene limitato. Il Consiglio federale mette inoltre immediatamente a disposizione fino a 10 miliardi di franchi per attenuare in modo rapido e non burocratico le ripercussioni economiche della pandemia.

Comunicati (06.03.2020 - DFGP)

Maggiore sicurezza nello spazio Schengen: messaggi relativi al SIS e all’ETIAS

Occorre migliorare il controllo alle frontiere esterne dello spazio Schengen e potenziare in tutta Europa la cooperazione tra le autorità nazionali competenti in materia di sicurezza e migrazione. Nella sua seduta del 6 marzo 2020, il Consiglio federale ha trasmesso a tale riguardo due messaggi al Parlamento: il primo riguarda lo sviluppo ulteriore del sistema di informazione Schengen (SIS), mentre il secondo la trasposizione nel diritto svizzero del regolamento sul sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi (ETIAS).

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 03.01.2020